REGIONE MARCHE
Servizio Ambiente e Difesa del Suolo
P.F. Informazioni Territoriali e Beni Paesaggistici
REGIONE
DURAZZO - ALBANIA

Patner Transfrontaliero
Commissione europea
Iniziativa Comunitaria
INTERREG IIIA
Transfrontaliero Adriatico




PROGRAMMA DI RICERCA

AT1
Analisi dei processi insediativi e degli strumenti di governo del territorio e delleprospettive di sviluppo alla luce dello sdec e della convenzione europea del paesaggio
 
AT2
Analisi dell'uso del suolo attraverso le cartografie e i dati più recenti derivabili dal telerilevamento
 
AT3
Elementi di criticità prodotti dai processi insediativi sulle qualità fisico-ambientali e paesaggistiche con particolare riferimento all'analisi dei processi dinamici riferiti ai versanti, ai corsi d'acqua e alla costa
 
AT4
Costruzione e implementazione di un sistema di indicatori territoriali (per le aree di studio individuate) per cogliere i fenomeni emergenti e i rischi ambientali, per attivare forme di apprendimento sociale (social learning, learning by monitoring) e di aumento di "civicness"
 
AT5
Elaborazione partecipata (anche ai sensi della convenzione europea sul paesaggio) di linee guida strategiche per la progettazione territoriale e paesistica per lo sviluppo locale con particolare riferimento ad aree interstiziali e periurbane
 

AT2
Il presente programma consente di specificare in modo operativo lo svolgimento metodologico e cronologico delle attività descritte nell’offerta tecnica e metodologica allegata al contratto.
Per la necessaria integrazione delle attività e la evidente centralità del dato cartografico, la circostanza di non poter disporre dall’inizio delle attività, come invece precedentemente previsto, di tutte le immagini satellitari dell’area di studio, determina una nuova articolazione dei tempi. La attività sarà comunque perfettamente coerente, nei principi e nei metodi, con l’offerta tecnica, ma vedrà concentrarsi nel corso dell’estate 2006 molte lavorazioni sulle scene satellitari, ivi inclusa la fotorestituzione finale.
Le lavorazioni delle scene satellitari vengono comunque avviate da subito, dando la preferenza – ove possibile - alle aree di approfondimento, in modo anche di poter testare, nelle fasi iniziali, specifiche tecniche e procedure.
Per la definizione del programma si è tenuto conto del fatto che le scene mancanti saranno acquisite e messe a disposizione del gruppo di lavoro entro il mese di maggio del 2006 a cura della Regione Marche.
Il modello digitale del terreno, che costituisce un elaborato essenziale per la ortocorrezione delle scene satellitari e per le attività di analisi geo-ambientale, sarà approntato entro il mese di febbraio e reso disponibile già nella prima decade del mese di marzo.
Per quanto riguarda le attività di partecipazione e coinvolgimento degli stakeholder  si sottolinea come la loro individuazione e il loro coinvolgimento saranno valutati congiuntamente e organizzati in stretto coordinamento con la Regione Marche, considerata anche la rilevanza non meramente tecnica, ma anche istituzionale di tali attività.
Per quanto riguarda infine le attività di formazione non si è previsto un rigido calendario, ritenendo che, anche per la presenza di un partner transnazionale, le date di svolgimento, ferma restando la piena assistenza tecnica e scientifica del gruppo di lavoro, dovrebbero essere concordate direttamente dalla Regione Marche con la Regione di Durazzo.
Per le attività di formazione relativamente alle attività AT2 e AT4 si prevede comunque che debbano essere erogate a valle della produzione delle nuove cartografie derivate dalle immagini satellitari e quindi non prima della fine del mese di ottobre 2006.
Per le altre attività si prevede di concordare il calendario con la Regione Marche, d’intesa con il Coordinatore tecnico del gruppo di lavoro e con i responsabili delle singole AT.
Per specifici riferimenti cronologici si veda l’allegato cronoprogramma  (”timeline”) che ha valore di riferimento comune, ferme restando le scadenze inderogabili previste dal contratto.
Al presente elaborato è infine allegata una tabella riassuntiva, con valore indicativo, dei principali dati geografici che verranno utilizzati dal gruppo di lavoro.

CONTRIBUTI DEI REFERENTI SCIENTIFICI
Prof. Gianluigi Nigro - Pianificazione e paesaggio
Prof. Luigi di Prinzio - Sistemi informativi territoriali
Prof. Daniele Savelli - Geologia Ambientale